Benvenuti nel mondo di The Walking Dead, seguitissima serie tv della AMC, tratta dai fumetti di Robert Kirkman e ideata dal regista Frank Darabont

Benvenuti nel mondo di The Walking Dead

BENVENUTI NEL MONDO DI THE WALKING DEAD

In un ordine non cronologico andiamo a raccontare con  la viscerale passione che contraddistingue chi scrive in questo blog  “il fenomeno”The Walking Dead, pluri premiata e seguitissima serie tv della AMC, tratta dai fumetti di Robert Kirkman e ideata dal regista Frank Darabont.

E’ UNA SERIE IN CUI NEL BEL MEZZO DI UN’APOCALISSE VIRALE DOVE  I MORTI SI RISVEGLIANO E ATTACCANO I VIVI, LA CUI PRESENZA È SEMPRE MINORE.  LA SOCIETÀ COME LA CONOSCIAMO SI SFALDA E DIVENTA DISUMANA.

l’impossibilità di sentirsi al sicuro, la metafora “politica” su un mondo “cannibale” Parlando della rinascita dei morti, parla della morte (morale) dei vivi.

Costretti continuamente a spostarsi, presto si accorgeranno che i veri nemici non sono solo i morti che camminano, ma sono proprio gli esseri umani, che sono spinti unicamente dall’istinto di sopravvivenza.

THE WALKING DEAD È UNA SERIE SUGLI UOMINI, SU QUESTO GRUPPO DI UOMINI, GUIDATI DA UN EX VICE SCERIFFO DI NOME RICK GRIMES, PRONTO A TUTTO PUR DI SALVARE LA FAMIGLIA E I COMPAGNI DI VIAGGIO.

Sfruttando  tutte le sue abilità di sopravvivenza,  capacità tattiche e con le armi.

Il suo personaggio rappresenta gli aspetti positivi dell’animo umano, la decisione di continuare ad indossare la divisa nella sua “missione”, come a voler combattere il caos sociale e naturale

I MORTI CHE TORNANO IN VITA” CHE ALBERGA NELLE STRADE. È CHIARAMENTE LA METAFORA DELL’ORDINE E DELLA GIUSTIZIA.

In lui sembrano non venire mai meno la speranza, l’altruismo e la fiducia nel prossimo, ma col il proseguire della storia il desiderio di sopravvivere, difendere ed aiutare i propri cari lo farà decisamente vacillare.

Oltre a lui ci sono anche altri personaggi che sapranno catturare l’interesse dello spettatore.

Tra tutti, Daryl Dixon riuscito lo stesso a farsi notare, attraverso piccoli gesti e sfumature unite ovviamente alla bravura nella recitazione.

Oltre a Daryl si susseguiranno tantissimi personaggi, tra cui il “diabolico Negan”, alcuni mossi da sentimenti positivi, altri abbrutiti dal desiderio di sopravvivere ad ogni costo, anche schiacciando i più deboli.

Per quanto riguarda il discorso “ effetti speciali sono di “buon livello” non solo per quel che riguarda il fattore “digitale” ma soprattutto per il classico e sempreverde makeup.

Di altissima qualità, che ha reso gli zombie credibili e caratterizzati con grandissima cura.

Fatti da dettagli, come muscoli, ossa e tendini visibili sotto la carne in decomposizione veramente impressionanti!!

Tutte  queste dinamiche hanno permesso a The Walking Dead di ritagliarsi uno spazio nel cuore di tantissimi spettatori in ogni parte del globo. ora in attesa della (nona  stagione) che, ci auguriamo, saprà esser completa ed esaustiva sotto tutti i punti di vista.

ORA ANDIAMO AD ESPLORARE L’UNIVERSO DEL FUMETTO THE WALKING DEAD, COME DICEVAMO AD INIZIO ARTICOLO  ROBERT KIRKMAN, GRANDE CONOSCITORE DEL GENERE HORROR E SOTTOGENERE ZOMBIE.

Da vita a questo superbo progetto,  raccontando una storia estremamente avvincente, piena di colpi di scena e ricca di un notevole approfondimento psicologico, sfumatura atipica in questo genere di prodotto.

NARRANDO LE VICENDE DI UOMINI E DONNE COSTRETTI A CONFRONTARSI CON LA PARTE PIÙ OSCURA DELLA PROPRIA ANIMA.

Messi continuamente alla prova, nel tentativo di ricostruire una morale, dopo che tutto quello che  conoscevano e in cui credevano è stato cancellato.

I PERSONAGGI, SONO  IL FULCRO DELLA STORIA SONO LORO CHE APPASSIONANO PER UN SOLO, SEMPLICISSIMO FATTORE: LA LORO UMANITÀ, CONTRAPPOSTA ALL’ALIENANTE DISUMANITÀ DEI “NON MORTI”

Questa impronta narrativa ha permesso a the walking dead di allargare il target a dismisura (a tal punto da creare una trasposizione televisiva) includendo porzioni di pubblico inusuali per il genere principale a cui fa riferimento