The Walking Dead volume 3 Al sicuro dietro le sbarre

Rick e i suoi vedono il penitenziario come un miraggio, l’inizio della nuova vita. Decidono di perlustrare e ripulire la prigione. Trovano nel refettorio quattro sopravvissuti, ex prigionieri del carcere.

 Ad ognuno di loro viene chiesto il motivo della carcerazione: l’unico dentro per omicidio è Dexter.

Rick torna alla fattoria di Hershel e nonostante i diverbi avuti con l’uomo, lo convince ad andare al penitenziario, posto più sicuro della fattoria. Gli ex prigionieri non sembrano essere molto d’ accordo di condividere il luogo con i nuovi arrivati.

Nella notte si sente uno sparo, Rick e Tyreese scoprono che è stato Chris che ha sparato a Julie, uccidendola.

Anche se Julie non è stata morsa, inaspettatamente, si rianima. Rick cerca di sopprimerla ma Tyreese, suo padre, non vuole e ne nasce una discussione, Chris le spara alla testa e Tyreese uccide Chris. Rick cerca in tutti i modi di rianimarlo, Tyreese di punirlo di nuovo.

Il giorno seguente Rick trova una moto e si dirige verso il luogo dove aveva seppellito Shane per ucciderlo definitivamente, dopo la scoperta che, anche se non sono state morse, le persone decedute tornano in vita.

Nel frattempo nel penitenziario vengono trovate decapitate le figlie più piccole di Hershel, incolpano Dexter dell’accaduto e lo rinchiudono nella sua cella.

Dexter si allea con Andrew, un altro detenuto, per vendicarsi del gruppo di Rick. Si scopre che il colpevole dell’uccisione delle bambine è Thomas, un terzo prigioniero. Rick lo picchia e lo rinchiude. Porge le sue scuse e quelle del gruppo a Dexter.

Patricia, dispiaciuta per la reclusione di Thomas, lo libera. Thomas la aggredisce e Maggie, altra figlia di Hershel, gli spara e lo uccide.Portano il cadavere di Thomas fuori dalla recinzione per darlo in pasto agli zombie.

Andrew e Dexter, approfittando della situazione e ben armati, obbligano Rick e il gruppo a lasciare il penitenziario.

 

Leave a Reply

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi