The Walking Dead volume 5 La miglior difesa

Continua la perlustrazione del blocco del penitenziario.

Il gruppo trova delle tute antisommossa che potrebbero servire anche come protezione contro eventuali aggressioni da parte degli zombie.

Durante  un’uscita fuori dal recinto,Rick e Glenn vedono in lontananza precipitare un elicottero e decidono di andare, insieme a Michonne, alla ricerca di sopravvissuti.

Glenn confessa a Rick di aver rubato un auto, e di non essere nuovo a tali imprese. La prendono per fare prima ad arrivare sul posto. Dopo poco l’auto si ferma e sono costretti a proseguire a piedi, incuranti del tramonto che arriva.

Arrivano sul posto dove è precipitato l’elicottero e trovano solo i resti del velivolo, nessuno dei sopravvissuti ma tante impronte sul terreno che rivelano la direzione che hanno preso.

 Rick, Glenn e Michonne continuano la ricerca. Arrivano al villaggio di Woodbury, vengono salvati dall’ atacco dei Vaganti da un gruppo del luogo il cui capo si fa chiamare il Governatore.

L’ uomo vuole sapere l’ubicazione del gruppo dei nuovi arrivati per depredarli, al loro diniego e per dimostrare la sua supremazia, amputa la mano destra di Rick.

Michonne reagisce mordendogli e staccandogli un pezzo di orecchio. Rick viene portato in infermeria, Glenn e Michonne rinchiusi. Michonne viene violentata e torturata.

Il Governatore dice a Rick che Glenn ha confessato la loro provenienza ed è stato liberato per seguirlo di nascosto e scoprirli. E’ tutto falso.

Glenn non ha parlato ed è ancora prigioniero. Rick, stremato, tradisce un momentaneo sconforto confermando le intuizioni del suo aguzzino.

 Scoprono che il Governatore ha fatto sbranare dagli zombie i superstiti dell’elicottero, una troupe televisiva di Atlanta, e conserva una collezione delle loro teste.

 Tyreese, non vedendo rientrare i suoi amici, si avventura ed esce a cercarli. Purtroppo, dopo una serie di vicisitudini, riesce a rientrare nel penitenziario con la brutta notizia che non è riuscito a trovarli ma che è sicuro che siano vivi.

Leave a Reply

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi